Elementi taggati con subordinato

Alla cessazione del rapporto di lavoro non ha diritto all'indennità sostitutiva delle ferie

31/12/2019 -  Il dirigente nella sua autonomia si deve organizzare in modo tale da godere delle ferie che gli spettano. In caso contrario rischia di perderle definitivamente e di non averne nemmeno il pagamento sostitutivo. Si riporta la massima della Corte di Cassazione: “Nel merito la pretesa del dirigente., che lamenta il mancato... [Leggi tutto]

lo dice il Tribunale di Torino

09/05/2018 - Alcuni  riders della Foodora hanno promosso avanti il tribunale di Torino una causa diretta al riconoscimento della loro collaborazione come prestazione di lavoro . Il tribunale ha rigettato la domanda riconoscendo la validità del loro contratto di collaborazione coordinata e continuativa. Il tribunale ha così... [Leggi tutto]

24/02/2015 - Il contratto a progetto con il nuovo decreto attuativo, il terzo, del jobs act, cessa di esistere anche per quelle forme residuali che la legge Fornero non ha travolto. La legge  n.92 del 2012 prevede che i contratti a progetto non possono avere ad oggetto l’attività esercitata dal committente, dovendo essere... [Leggi tutto]

16/01/2015 - Che cosa è la Naspi? La Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI) è una indennità mensile di disoccupazione, avente la funzione di fornire una tutela di sostegno al reddito ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione. Questa... [Leggi tutto]

La volontà delle parti anche se scritta vale ben poco

09/11/2014 - Il riferimento al "nomen iuris" dato dalle parti al negozio, risulta di maggiore utilità, rispetto alle altre, in tutte quelle fattispecie in cui i caratteri differenziali tra due o più figure negoziali appaiono non agevolmente tracciabili, non potendosi negare che quando la volontà negoziale si è espressa in... [Leggi tutto]

25/03/2014 - Le modifiche introdotte dal decreto legge del mese di marzo 2014 del governo Renzi al contratto di lavoro subordinato a termine possono essere così sintetizzate. 1. il contratto a termine è liberalizzato: per la sua stipulazione non è più necessaria l'esistenza e l'indicazione specifica delle “ragioni di... [Leggi tutto]

19/03/2014 - Una famiglia di imprenditori svolge la sua attività imprenditoriale, molto articolata, usufruendo di una pluralità di società; ciascuna società assolve  ad una parte del complessivo obbiettivo imprenditoriale. Si tratta di un'organizzazione a mosaico, tanti pezzi e unico obbiettivo finale. Ogni... [Leggi tutto]

Alla cessazione del rapporto di lavoro non ha diritto all'indennità sostitutiva delle ferie

16/03/2014 -  Il dirigente nella sua autonomia si deve organizzare in modo tale da godere delle ferie che gli spettano. In caso contrario rischia di perderle definitivamente e di non averne nemmeno il pagamento sostitutivo. Si riporta la massima della Corte di Cassazione: “Nel merito la pretesa del dirigente., che lamenta il mancato... [Leggi tutto]

assolto per insussistenza dei fatti

16/03/2014 - Una impiegata di una grossa azienda lombarda ha accusato il suo responsabile di reparto di farle mobbing, per averla lasciata per lungo tempo senza fare nulla o quasi. La dipendente lamentando questa circostanza ha presentato una denuncia alla procura della repubblica per maltrattamenti. La procura della repubblica di Milano, dopo avere... [Leggi tutto]

06/03/2014 - Un dipendente con la qualifica di quadro ha presentato le sue dimissioni nel mese di settembre del 2013, in un momento di ira e di scoraggiamento. Il giorno dopo  con un telegramma ripensandoci, ha revocato le sue dimissioni. Il rapporto di lavoro è proseguito anche se il dipendente é stato costretto ad assentarsi per un... [Leggi tutto]

20/02/2014 - Il dirigente non deve esprimere giudizi negativi nei confronti del legale rappresentantedi una società. Un dirigente di una società milanese, in diverse occasioni, parlando con i suoi collaboratori, ha espresso dei giudizi negativi sulle capacità imprenditoriali del legale rappresentante della società. Si trattava... [Leggi tutto]

17/02/2014 - Un lavoratore, serio e laborioso, presta per tanti anni la sua attività lavorativa senza fare assenze per malattia. Godeva di una salute di ferro.  All'improvviso invia in azienda un certificato medico, con una prognosi di ben 30 giorni. Ma il giorno prima era stato visto in azienda allegro e sorridente. Nei giorni successivi... [Leggi tutto]

Effetto della legge Fornero del 2012

23/01/2014 - Il Tribunale di Milano sezione lavoro,nella persona del Dott. Giovanni Casella, decidendo su una controversia con oggetto un licenziemento per giustificato motivo oggettivo, ritenendo illegittimo il licenziamento, ha riconosciuto alla lavoratrice solo il risarcimento dei danni, senza la reintegrazione nel posto di lavoro.    ... [Leggi tutto]

Maggiore liberalizzazione e flessibilità

22/01/2014 - Il decreto-legge numero 76 del 2013 ha introdotto la facoltà per il datore di lavoro di concludere un primo rapporto di lavoro prevedendo il tempo determinato di una durata non superiore a 12 mesi, comprensiva di eventuale proroga, senza necessità di indicazione del motivo per cui l'azienda si induce a sottoscrivere quel... [Leggi tutto]

22/01/2014 - Il concetto di retribuzione recepito dagli art. 2118, comma 2, c.c. (ai fini del calcolo dell'indennità di preavviso in caso di licenziamento) e 2120 c.c. (ai fini del calcolo del trattamento di fine rapporto) è ispirato al criterio dell'onnicomprensività, nel senso che in detti calcoli vanno compresi tutti gli emolumenti... [Leggi tutto]

non deve essere strumento di persecuzione

22/01/2014 - Il datore di lavoro deve esercitare il suo potere disciplinare previsto dall'articolo 7 dello statuto dei lavoratori con criteri di giustizia e fondatezza.  Nel caso in cui vi sia un cattivo esercizio di quel potere con il sorgere di uno stato di morbilità a danno del lavoratore, l'azienda successivamente non potrà... [Leggi tutto]

Il datore di lavoro non può trarre vantaggio dalla sua condotta colposa

22/01/2014 - Nel caso in cui le assenze per malattia siano riconducibili alla condotta aziendale e alla illegittimità delle sanzioni disciplinari inflitte al lavoratore essendovi l'esistenza del nesso causale tra la malattia e le condizioni di lavoro, Il licenziamento intimato al lavoratore per superamento del periodo di comporto é da... [Leggi tutto]

22/01/2014 - Il dirigente di una società che esprime giudizi e apprezzamenti negativi nei confronti della direzione aziendale è passibile di licenziamento disciplinare per giusta causa a causa dei suoi comportamenti scorretti assunti nei confronti dell'azienda e degli altri dirigenti. Questi giudizi sono suscettibili di lesionare in modo... [Leggi tutto]

Si è in presenza di un criterio valutativo di sicura valenza

22/01/2014 - La Corte di Cassazione ha affermato il principio secondo il quale il lavoratore che svolge “ lavorazioni analoghe a quelle effettuate all'interno dell'azienda datoriale e senza che fosse rimessa la scelta delle modalità esecutive della prestazione al lavoratore” deve essere qualificato come lavoratore subordinato. Corte di... [Leggi tutto]

Si applica solo se la retribuzione concordata dalle parti è inadeguata secondo i principi costituzionali

22/01/2014 - La Corte di Cassazione ha affermato che “nell’attuale sistema di contrattazione collettiva di diritto comune (art. 39, quarto comma, Cost.) la "categoria professionale" non comporta di per sé la necessaria applicazione di un contratto diverso da quello individuale voluto dalle parti oppure da quello collettivo stipulato dalle... [Leggi tutto]

Lo studio a Milano

10/01/2016   Lo studio si trova  nel centro storico della città, di fronte alla Rotonda della Besana , adiacente al Palazzo di Giustizia . tel. 025457952. email biagio.cartillone@studiocartillone.it Lo studio é aperto dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30, dal lunedì al venerdì.  L'ubicazione dello studio consente... [Leggi tutto]

 

Tariffa della consulenza stragiudiziale

        Consulenza telefonica euro 150

  • Consulenza da remoto in video, previo appuntamento euro 250
  • Consulenza in studio, euro 300
  •  Oltre il contributo previdenziale del 4% e l’Iva del 22%.
  • Per i lavoratori il compenso è ridotto del 20%.
  • Il compenso deve essere versato preventivamente sul codice iban IT36K0503401615000000103265

Tariffe delle controversie giudiziarie

 Lo studio applica le  tariffe riportate nel documento: le tariffe giudiziali

Per le controversie di lavoro, per il loro particolare valore sociale, sono previste per i lavoratori delle agevolazioni che saranno comunicate, di volta in volta, e potranno essere oggetto di specifica contrattazione con riferimento al risultato utile conseguito.

Il canone di locazione non è riducibile dai Tribunali su richiesta del conduttore e in conseguenza dell’emergenza Covid

04/02/2022 La rinegoziazione del contratto compete solo alla volontà delle parti: è da escludere la possibilità per il Giudice di modificare le condizioni economiche dei contratti di locazione riducendo, ancorché temporaneamente, i canoni di locazione. “Per quel che concerne i doveri di correttezza e buona fede nell'esecuzione del contratto, ed al dovere di... [Leggi tutto]

In Cassazione non ci si può dolere dell’errata valutazione dei fatti di causa

02/01/2022 “Come più volte affermato da questa Corte, non può porsi una questione di violazione o di falsa applicazione degli artt. 115 e 116 c.p.c. , laddove ci si dolga sia, nella sostanza, di una erronea valutazione del materiale istruttorio compiuta dal giudice di merito, ma, rispettivamente, solo allorché si alleghi che quest'ultimo abbia posto a base della decisione... [Leggi tutto]

Il patto di non concorrenza è valido se rispetta una pluralità di prescrizioni e di limiti

06/03/2021 Il patto di non concorrenza configura un contratto a titolo oneroso ed a prestazioni corrispettive, in virtù del quale il datore di lavoro si obbliga a corrispondere una somma di danaro o altra utilità al lavoratore e questi si obbliga, per il tempo successivo alla cessazione del rapporto di lavoro, a non svolgere attività concorrenziale con quella del datore. Dal punto... [Leggi tutto]

DIVISIONE DELLA PENSIONE TRA IL CONIUGE E L'EX CONIUGE

06/03/2021 Come si divide la pensione tra il coniuge e l’ex coniugee La pensione fra il coniuge superstite e l’ex coniuge altrettanto superstite deve essere ripartita tendo conto della durata dei rispettivi matrimoni ma non in modo esclusivo dovendosi eventualmente contemperare questo dato temporale con altre circostanze che possono assumere rilevanza e significato. La Corte di Cassazione a... [Leggi tutto]

GLI OBBLIGHI DI MANTENIMENTO NELLA SEPARAZIONE SONO DIVERSI DA QUELLI A SEGUITO DI DIVORZIO

05/03/2019 La corte di appello pone a carico del marito l'obbligo di corrispondere alla moglie un assegno mensile di mantenimento pari a € 2000. La decisione poggiava sul fatto che la moglie non lavorava per potersi dedicare alla famiglia, il marito era un professionista affermato ed era proprietario di numerosi immobili mentre la moglie non aveva fonti di reddito diverse dall'assegno percepito dal... [Leggi tutto]

Differenza tra affitto di azienda e locazione di immobile

02/01/2022 “La differenza essenziale tra locazione e affitto di azienda (o di ramo di essa) è in primo luogo nella preesistenza di una organizzazione in forma di azienda dei beni oggetto di contratto, mancando la quale non si può dire che sia stato ceduto il godimento di un'azienda o di un suo ramo; in secondo luogo ove si accerti che i beni erano al momento del contratto organizzati... [Leggi tutto]