Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 749/18

Il tappo dello spumante colpisce all’occhio l’insegnante, i giudici negano il diritto al risarcimento dei danni

Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 749/18

18/01/2018 Un'insegnante, durante l’orario di lezione e nei locali della scuola è stata colpita ad un occhio dal tappo di una bottiglia di spumante aperta da un alunno del Liceo Classico mentre veniva celebrato il centesimo giorno prima dell’esame di maturità. L’alunno  si era avvicinato a breve distanza dall’insegnante tenendo in mano ed agitando la... [Leggi tutto]
Non rientra nel concetto di retribuzione per l'attività resa

Niente imposizione fiscale per il risarcimento dei danni

Non rientra nel concetto di retribuzione per l'attività resa

03/01/2020 Il risarcimento dei danni per dequalificazione professionale e all’immagine del lavoratore non può essere sottoposto a tassazione. Un lavoratore otteneva la condanna del suo datore di lavoro al risarcimento dei danni da demansionamento liquidati dal giudice in una somma pari a L. 101.385.309. Il datore di lavoro accreditava al lavoratore vittorioso la somma riconosciuta dal... [Leggi tutto]
Il Tribunale ha censurato il comportamento aziendale perché illegittimo

L’azienda assume l’esistenza di danni procurati dalla dipendente e li compensa con la liquidazione.

Il Tribunale ha censurato il comportamento aziendale perché illegittimo

03/01/2020 Un' impiegata ha prestato la sua attività lavorativa per quasi quarant'anni alle dipendenze di un'azienda. Essa, dopo questi decenni di serena prestazione lavorativa, ha risolto il rapporto di lavoro presentando le dimissioni. Dopo la presentazione delle dimissioni, e durante il periodo di preavviso, la società datrice di lavoro le ha contestato delle gravissime negligenze e... [Leggi tutto]
La prova può consistere nella probalità dell'esposizione

Esposizione all'amianto e risarcimento dei danni agli eredi

La prova può consistere nella probalità dell'esposizione

03/01/2020 La Corte di Appello di Genova, confermando la sentenza del Tribunale di Genova, rigettava la domanda di T.V, e G.N., proposta nei confronti di una impresa genovese, diretta ad ottenere la condanna di detta società al risarcimento dei danni, per il decesso del proprio genitore Domenico G. avvenuto per mesotelioma pleurico epiteliale destro cagionato dall'esposizione all'amianto... [Leggi tutto]
L'obbligo è già previsto dal Dpr n. 303/1956

Morte per amianto: irrilevante che il rapporto di lavoro si sia svolto in periodo antecedente all’introduzione di norme specifiche di tutela

L'obbligo è già previsto dal Dpr n. 303/1956

03/01/2020 All’origine del ricorso vi è la sentenza della Corte d'Appello, che ha respinto l'impugnazione proposta dagli eredi di un lavoratore avverso la sentenza del Tribunale di Genova che aveva rigettato la domanda da essi svolta, sia “ iure proprio " che " iure hereditatis ", nei confronti della società resistente, per la condanna di quest'ultima al risarcimento del danno... [Leggi tutto]
Sconfitta l'Inail, il privato non ha questo obbligo solidale

Per la morte dell'operaio caduto dal ponteggio, non risponde il proprietario del fabbricato.

Sconfitta l'Inail, il privato non ha questo obbligo solidale

03/01/2020 Il proprietario di un fabbricato aveva deciso di ristrutturare il suo immobile e aveva concluso un contratto di appalto per l'esecuzione dei lavori edili da eseguirsi nella sua proprietà. Durante l'esecuzione di questi lavori, un operaio cadeva da un ponteggio della ditta appaltatrice e perdeva la vita. L'Inail ha provveduto a corrispondere le provvidenze di legge ai parenti... [Leggi tutto]
Oltre che il danno direttamente da loro subito

Agli eredi anche il danno biologico del loro congiunto

Oltre che il danno direttamente da loro subito

03/01/2020   English version Gli eredi di un dipendente deceduto agiscono contro l’azienda per ottenere, nella loro qualità di eredi, il risarcimento dei danni spettante al loro congiunto che non l’ha potuto riscuotere per essere deceduto anzitempo. In particolare chiedevano che fossero ritenuti legittimati a riscuotere il risarcimento dei danni spettante al loro... [Leggi tutto]
Onere probatorio interamente a carico dell'azienda

Infarto per responsabilità dell'azienda, condanna al risarcimento del danno a favore della moglie e della figlia

Onere probatorio interamente a carico dell'azienda

03/01/2020 La moglie e la figlia minore superstiti di un lavoratore dipendente che aveva prestato la sua attività lavorativa in qualità di quadro, hanno convenuto in giudizio avanti il tribunale di Roma il datore di lavoro per sentirlo condannare al risarcimento dei danni subiti in conseguenza del decesso del congiunto che aveva avuto un collasso al miocardio. A sostegno di questa sua... [Leggi tutto]
La comparazione è tra quanto globalmente percepito dall’Inail e quanto globalmente spettante per le norme civilistiche

Cambia per legge la liquidazione del danno differenziale in materia di infortunio sul lavoro

La comparazione è tra quanto globalmente percepito dall’Inail e quanto globalmente spettante per le norme civilistiche

03/01/2020 Il danno differenziale da infortunio sul lavoro è il danno che il lavoratore ha subito ma che non è stato risarcito dall’Inail.  Il danno differenziale è costituito essenzialmente  dal danno biologico e dal danno morale e da quei particolari e ulteriori danni che, pur esistendo,  non trovano ingresso nei criteri che per legge adotta l’inali per... [Leggi tutto]