Riconosciuta la malattia professionale con il risarcimento dei danni

L'uso prolungato del telefono cellulare provoca il tumore alla testa

Riconosciuta la malattia professionale con il risarcimento dei danni

28/01/2020 Un lavoratore, dipendente di un'azienda delle telecomunicazioni, ha utilizzato nell'esecuzione delle sue mansioni, per 15 anni, in modo continuo, il telefono cellulare per coordinarsi quotidianamente con 15 colleghi. Rimaneva al telefono da un minimo di due ore e mezza al giorno ad un massimo di oltre sette ore; a queste ore di esposizione era da aggiungere l'ulteriore tempo trascorso per... [Leggi tutto]
Hanno diritto al trattamento pieno, come tutti gli altri lavoratori subordinati

Per la Cassazione i riders sono lavoratori subordinati

Hanno diritto al trattamento pieno, come tutti gli altri lavoratori subordinati

24/01/2020 Con un unico ricorso, 5 lavoratori si sono rivolti al tribunale di Torino chiedendo che fosse accertata la natura subordinata della loro prestazione lavorativa con la  Foodora a favore della quale avevano svolto mansioni di fattorini con contratti di collaborazione coordinata e continuativa (i cosiddetti riders), chiedendo la condanna della società al pagamento delle differenze... [Leggi tutto]
La retribuzione riconosciuta a titolo di risarcimento non può essere superiore a 12 mesi

La socia lavoratrice di una cooperativa è espulsa dalla cooperativa con contestuale licenziamento, Ma la deliberazione di esclusione è illegittima: reintegrata nel posto di lavoro

La retribuzione riconosciuta a titolo di risarcimento non può essere superiore a 12 mesi

23/01/2020 La Corte d’appello di Bologna, ha accertato l’illegittimità del licenziamento disciplinare e della contestuale delibera di esclusione della lavoratrice , operatrice socio-sanitaria della cooperativa sociale Onlus Aurora Domus, disponendone la reintegra e la riammissione quale socia, e condannando la cooperativa al pagamento di una indennità risarcitoria ai sensi... [Leggi tutto]
Tutela della legittima aspettativa sulla riservatezza dei dati personali

Cessato il rapporto di lavoro, l'account di posta elettronica aziendale di quel lavoratore deve essere disattivato

Tutela della legittima aspettativa sulla riservatezza dei dati personali

14/01/2020   Il rapporto di lavoro si risolve nelle 2016; ma l' account di posta elettronica aziendale continua a rimanere attivo per lungo tempo nonostante la cessazione della collaborazione. L'azienda, cessato il rapporto di lavoro, non ha comunicato al lavoratore che avrebbe continuato ad accedere ai messaggi pervenuti sul di lui indirizzo di posta elettronica aziendale . Il lavoratore, venuto... [Leggi tutto]
Questo orientamento è seguito da più giudici del tribunale di Milano

Nel contratto di appalto sussiste l'obbligo solidale del committente anche per le ferie non godute, la riduzione dell'orario di lavoro e le ex festività

Questo orientamento è seguito da più giudici del tribunale di Milano

08/01/2020 Una lavoratrice, assumendo di aver lavorato in un appalto concesso dalla Leroy Merlin di Milano, ha rivendicato il diritto di percepire la retribuzione degli ultimi mesi lavorati, le ferie non godute, il compenso dovuto per la riduzione dell'orario di lavoro, per le ex festività, per i ratei di 13ª, 14ª e per il trattamento di fine rapporto. La lavoratrice ha dato la prova di... [Leggi tutto]
Quest'obbligo sussiste fin dall'entrata in vigore della legge n. 276/2003

Il committente risponde in solido per il pagamento del trattamento di fine rapporto

Quest'obbligo sussiste fin dall'entrata in vigore della legge n. 276/2003

27/12/2019 Un lavoratore presta la sua attività lavorativa in un appalto di servizi alle dipendenze di una cooperativa che aveva avuto l'appalto da una terza società. Non avendo avuto la corresponsione del trattamento di fine rapporto dalla cooperativa alle dipendenze della quale ha prestato la sua attività lavorativa, ha chiamato avanti il Tribunale di Roma per chiederne il... [Leggi tutto]
 L’art. 41 della Costituzione tutela l’iniziativa economica

Nel licenziamento per giustificato motivo oggettivo non è sindacabile la scelta sulla gestione dell’impresa

L’art. 41 della Costituzione tutela l’iniziativa economica

22/12/2019 La Corte di appello di Roma, confermava la sentenza del Giudice del lavoro del Tribunale di Roma che, in accoglimento dell'opposizione proposta dall'"American Overseas School of Rome", aveva revocato l'ordinanza di accoglimento della domanda proposta da un quadro  avente come oggetto l'annullamento del licenziamento intimato dalla datrice di lavoro per giustificato motivo oggettivo.... [Leggi tutto]
Niente risarcimento al lavoratore che è caduto dalle scale

L'infortunio non si è verificato in itinere

Niente risarcimento al lavoratore che è caduto dalle scale

21/12/2019 Un lavoratore promuove una causa contro l'Inail assumendo l'esistenza di un infortunio sul lavoro in itinere. Egli davanti al giudice ha sostenuto che, ultimato il suo turno di lavoro, usciva dall'area adibita al pompaggio per recarsi presso il proprio alloggio sito all'interno dell'azienda che glielo aveva concesso al momento della sua assunzione ad uso abitativo. In quest’ occasione... [Leggi tutto]
La prova può essere data dal lavoratore anche con gli indizi purché siano univoci e concordanti

Il risarcimento del danno non consegue automaticamente alla dequalificazione professionale del lavoratore

La prova può essere data dal lavoratore anche con gli indizi purché siano univoci e concordanti

17/12/2019 La corte di appello di Milano nel 2017 ha condannato laTrenitalia s.p.a. al risarcimento del danno da demansionamento subito da un lavoratore dipendente, liquidato in misura pari al 10% per ogni anno dell’ultima retribuzione globale di fatto, a decorrere dal 2009 nei limiti della prescrizione decennale, oltre accessori di legge. La corte di appello ha  accertato l’esistenza... [Leggi tutto]
 Il sindacalista è stato reintegrato nel posto di lavoro, sussistente il licenziamento per rappresaglia

Critica il datore di lavoro con un'intervista ad un giornale ma usa toni garbati e riferisce la verità

Il sindacalista è stato reintegrato nel posto di lavoro, sussistente il licenziamento per rappresaglia

10/12/2019 Un dipendente adibito a mansioni di operatore ecologico e  rivestito della carica di delegato sindacale, ha rilasciato una dichiarazione al quotidiano La Stampa criticando lo spostamento di un suo collega di lavoro da un Comune ad un altro Comune con la conseguente difficoltà nella raccolta dei rifiuti "porta a porta" e del rispetto delle condizioni dell'appalto pubblico stipulato... [Leggi tutto]

Codice avvocati, dovere di segretezza e riservatezza.

17/11/2015 DAL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE L’avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare i diritti e gli interessi della persona, assicurando la conoscenza delle leggi e contribuendo in tal modo all’attuazione dell’ordinamento per i fini della giustizia.  Art. 7 – Dovere di fedeltà.... [Leggi tutto]

ACCESSO DAL VOSTRO DOMICILIO AI DATI DELLA VOSTRA PRATICA, OVUNQUE VOI SIATE

16/11/2015    Il nostro studio per rendere sempre più efficiente i suoi servizi, ha attivato a favore dei propri assistiti un sistema di accesso ai dati in remoto. Questo accesso consente al cliente, dalla propria sede o abitazione di consultare il fascicolo con i documenti e i dati giudiziari che si riferiscono alla controversia. In questo modo si  consente al cliente... [Leggi tutto]

Video conferenza, strumento di grande utilità per l'attività professionale

16/11/2015 Per una migliore organizzazione, in termini di efficienza e di assoluta tempestività, per le consultazioni con lo studio, che abbiano carattere di urgenza, vi suggeriamo di usare la video conferenza. Realizzare un sistema di video conferenza è estremamente semplice, e a costo zero. Occorre semplicemente un computer, che abbia un video con le casse incorporate, e il... [Leggi tutto]

La retribuzione a certe condizioni si può anche diminuire

16/11/2015 Il principio ferreo  è che la retribuzione pattuita non può essere diminuita, come statuisce l'art. 2103 del codice civile. Il lavoratore ha diritto a mantenere l'integrità del suo trattamento economico. Ma nel corso del rapporto di lavoro il datore di lavoro e il lavoratore possono modificare la misura del trattamento economico a condizione che questa nuova... [Leggi tutto]

La lettera di assunzione, il documento più importante del rapporto di lavoro

16/11/2015 La lettera di assunzione rappresenta il contratto di lavoro. Nella lettera di assunzione devono essere riportate tutte le condizioni di lavoro: retribuzione, mansioni, patto di prova, applicazione del contratto collettivo, inquadramento, compenso, numero delle mensilità e ogni altro elemento utile ad identificare il trattamento economico e normativo pattuito.Nella lettera di assunzione... [Leggi tutto]