Ma la detenzione di sostanze stupefacenti lede il rapporto di fiducia e giustifica il licenziamento

Il reato è stato commesso al fuori dell’orario di lavoro e dello svolgimento delle mansioni

Ma la detenzione di sostanze stupefacenti lede il rapporto di fiducia e giustifica il licenziamento

06/12/2019 La Corte di appello di Campobasso confermava la sentenza del Giudice del lavoro del Tribunale di Isernia con cui era stata respinta l'impugnativa del licenziamento senza preavviso intimato da Poste Italiane s.p.a. ad un suo portalettere. Il portalettere era stato sottoposto ad un procedimento penale per il possesso di sostanze stupefacenti, conclusosi con una sentenza di patteggiamento... [Leggi tutto]
Il licenziamento è illegittimo se si ha una posizione inferiore da potergli far occupare

Prima del licenziamento per motivi organizzativi, l’azienda deve offrire al lavoratore un posto inferiore per scongiurare il provvedimento

Il licenziamento è illegittimo se si ha una posizione inferiore da potergli far occupare

03/12/2019 L’azienda sopprime il posto di lavoro perché ha deciso di esternalizzare l’attività di vendita alla quale un lavoratore era addetto. Prima di intimare il licenziamento, però, l’azienda offre a quel lavoratore la possibilità di poterlo continuare ad utilizzare adibendolo a mansioni inferiori. Il lavoratore non accetta. Di fronte al rifiuto del... [Leggi tutto]
Tre dipendenti della società in Francia affermano di essere diventati alcolisti perché incitati dai superiori a bere per incrementare le vendite

Accusata di incitare i suoi dipendenti a bere, Pernod Ricard respinge l'accusa

Tre dipendenti della società in Francia affermano di essere diventati alcolisti perché incitati dai superiori a bere per incrementare le vendite

29/11/2019 I dipendenti spronati dalla direzione aziendale a bere liquori sul lavoro. L'informazione potrebbe essere considerata come uno scherzo, pubblicizzata per  ridere ma non è cosa che fa ridere i lavoratori, addetti alle vendite del gruppo specializzato nel commercio di vini e alcolici, che affermano di essere diventati alcolisti perchè incitati dai loro superiori a bere, "per... [Leggi tutto]
L’eventuale assorbimento è conseguenza dell'accordo delle parti

Il superminimo non sempre è assorbibile.

L’eventuale assorbimento è conseguenza dell'accordo delle parti

28/11/2019 Una lavoratrice assunta come addetto al magazzino con inquadramento nel quinto livello di contratto collettivo di commercio ha avuto il riconoscimento di un superminimo. Nel corso del rapporto di lavoro è stato riconosciuto il superiore inquadramento al quarto livello. I datori di lavoro ha assorbito il superminimo già riconosciuto senza dar seguito all’aumento previsto dal... [Leggi tutto]
L’azienda è stata condannata al risarcimento dei danni per l’umiliazione subita

Gli impediscono di andare al bagno per i suoi bisogni impellenti

L’azienda è stata condannata al risarcimento dei danni per l’umiliazione subita

24/11/2019 Un operaio addetto ai lavori di produzione durante il turno di lavoro e, precisamente, alle ore 16.45 circa, avvertiva il bisogno di recarsi ai servizi igienici per cui azionava il dispositivo di chiamata/emergenza al fine di potersi allontanare dalla postazione di lavoro nel rispetto della procedura, ma nessun preposto ovvero Team Leader si recava nella sua postazione; l’operaio... [Leggi tutto]
Discriminazione vivacemente contestata dalle impiegate

In Giappone, alcune imprese proibiscono alle donne di portare gli occhiali sul luogo di lavoro

Discriminazione vivacemente contestata dalle impiegate

19/11/2019   In Giappone alcune imprese hanno messo fuorilegge gli occhiali sul luogo di lavoro per le loro dipendenti. La decisione pubblicizzata dai canali televisivi nipponici ha provocato una valanga di reazioni da parte delle dirette interessate. Dopo l'obbligo di portare le scarpe a spillo adesso la proibizione di portare gli occhiali. Le impiegate che devono fare uso degli occhiali da vista,... [Leggi tutto]
  L’immediatezza della contestazione consente il diritto di potersi difendere in modo efficace

I fatti disciplinari devono essere contestati dal datore di lavoro con tempestività

L’immediatezza della contestazione consente il diritto di potersi difendere in modo efficace

19/11/2019  Il datore di lavoro contesta al responsabile di un suo punto vendita una pluralità di inadempienze agli obblighi contrattuali e lo licenzia: il tribunale e la corte di appello dichiarano la illegittimità del licenziamento intimato al lavoratore,  reintegrandolo nel posto di lavoro e riconoscendogli un risarcimento dei danno pari ad un anno della sua retribuzione... [Leggi tutto]
 Il giudice assolve gli imputati per l'intervenuta prescrizione del reato nonostante la loro colpevolezza

L'infortunio sul lavoro è avvenuto nel 2011; nel mese di settembre 2019, il procedimento penale avanti il tribunale di Monza era ancora in corso

Il giudice assolve gli imputati per l'intervenuta prescrizione del reato nonostante la loro colpevolezza

17/11/2019 La procura della Repubblica del tribunale di Monza emette un decreto di citazione a giudizio nei confronti di tre imputati accusati di lesioni colpose subite da un un lavoratore che aveva avuto un infortunio sul lavoro nel rendere la sua prestazione. L'infortunio sul lavoro è avvenuto in data 3 agosto 2011. La sentenza del tribunale è stata pronunciata il 23 settembre 2019 Il... [Leggi tutto]
La grande camera della Corte Europea dei Diritti Dell'uomo di Strasburgo fissa i criteri di questi controlli.

Il controllo aziendale sui lavoratori con la videocamera, anche nascosta.

La grande camera della Corte Europea dei Diritti Dell'uomo di Strasburgo fissa i criteri di questi controlli.

15/11/2019 La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, in una recente sentenza , è intervenuta in materia di controlli a distanza sull'attività lavorativa fissando alcuni importanti principi che possono essere così enucleati. Il lavoratore ha diritto al rispetto della sua vita privata; il datore di lavoro, a sua volta, deve vedersi garantita dall'ordinamento giuridico la... [Leggi tutto]
   L’obbligo solidale è limitato alla retribuzione in senso stretto, per le sole  ore lavorate nell’appalto

L’impresa appaltante non risponde del risarcimento dei danni subiti dalle maestranze utilizzate negli appalti

L’obbligo solidale è limitato alla retribuzione in senso stretto, per le sole ore lavorate nell’appalto

15/11/2019    Le Poste Italiane concedono in appalto a una cooperativa i lavori di pulizia. La cooperativa nel corso di esecuzione dell’appalto riduce in modo unilaterale l’orario di lavoro della lavoratrice che protesta e chiede il pagamento delle ore di lavoro che non le sono state fatte eseguire. Nella sua azione chiama in causa anche l’impresa appaltante, Poste Italiane... [Leggi tutto]

Codice avvocati, dovere di segretezza e riservatezza.

17/11/2015 DAL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE L’avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare i diritti e gli interessi della persona, assicurando la conoscenza delle leggi e contribuendo in tal modo all’attuazione dell’ordinamento per i fini della giustizia.  Art. 7 – Dovere di fedeltà.... [Leggi tutto]

ACCESSO DAL VOSTRO DOMICILIO AI DATI DELLA VOSTRA PRATICA, OVUNQUE VOI SIATE

16/11/2015    Il nostro studio per rendere sempre più efficiente i suoi servizi, ha attivato a favore dei propri assistiti un sistema di accesso ai dati in remoto. Questo accesso consente al cliente, dalla propria sede o abitazione di consultare il fascicolo con i documenti e i dati giudiziari che si riferiscono alla controversia. In questo modo si  consente al cliente... [Leggi tutto]

Video conferenza, strumento di grande utilità per l'attività professionale

16/11/2015 Per una migliore organizzazione, in termini di efficienza e di assoluta tempestività, per le consultazioni con lo studio, che abbiano carattere di urgenza, vi suggeriamo di usare la video conferenza. Realizzare un sistema di video conferenza è estremamente semplice, e a costo zero. Occorre semplicemente un computer, che abbia un video con le casse incorporate, e il... [Leggi tutto]

La retribuzione a certe condizioni si può anche diminuire

16/11/2015 Il principio ferreo  è che la retribuzione pattuita non può essere diminuita, come statuisce l'art. 2103 del codice civile. Il lavoratore ha diritto a mantenere l'integrità del suo trattamento economico. Ma nel corso del rapporto di lavoro il datore di lavoro e il lavoratore possono modificare la misura del trattamento economico a condizione che questa nuova... [Leggi tutto]

La lettera di assunzione, il documento più importante del rapporto di lavoro

16/11/2015 La lettera di assunzione rappresenta il contratto di lavoro. Nella lettera di assunzione devono essere riportate tutte le condizioni di lavoro: retribuzione, mansioni, patto di prova, applicazione del contratto collettivo, inquadramento, compenso, numero delle mensilità e ogni altro elemento utile ad identificare il trattamento economico e normativo pattuito.Nella lettera di assunzione... [Leggi tutto]