Non è necessario che il lavoratore fornisca indicazioni sul posto dove poteva essere collocato

Nel licenziamento per giustificato motivo oggettivo, spetta al datore di lavoro daLa prova dell'impossibilità di poter collocare in altra posizione lavorativa il suo collaboratore

Non è necessario che il lavoratore fornisca indicazioni sul posto dove poteva essere collocato

08/03/2021 Il datore di lavoro intima il licenziamento assumendo di aver subito una riduzione delle vendite del fatturato da cui era sorta la necessità di ridurre il numero dei dipendenti. Il lavoratore impugna il licenziamento. Il tribunale respinge il ricorso del lavoratore evidenziando che non aveva allegato l'esistenza del posto di lavoro nel quale poter essere utilmente ricollocato; in... [Leggi tutto]
L'azienda lo licenzia per giusta causa

Una guardia giurata si dà ammalata per andare a svolgere attività di dj

L'azienda lo licenzia per giusta causa

06/03/2021 Una società di servizi di vigilanza contesta a una guardia giurata di 'aver svolto l'attività di DJ nelle ore serali del 13/10/2017, pur a seguito di attestazione di malattia relativa alla medesima giornata, durante la quale era stato assente dal lavoro, e l'aver svolto l'attività di DJ nelle ore serali del 10/11/2017 e fino alle 1,35 del giorno 11/11/2017, in cui avrebbe... [Leggi tutto]
Lo afferma il Tribunale di Roma

Durante l'emergenza pandemica, illegittimo licenziare il dirigente al pari degli altri dipendenti

Lo afferma il Tribunale di Roma

06/03/2021 L'art. 46 del decreto-legge n. 18 del 17 marzo 2020, ha introdotto una disposizione generale di divieto del licenziamento per giustificato motivo oggettivo dovuto all'emergenza sanitaria del Covid 19. Questo divieto è attualmente in vigore per plurime e successive proroghe legislative che via via sono intervenute nel tempo a causa del perdurare della pandemia. La norma testualmente... [Leggi tutto]
La prova può essere data anche con il ricorso alle presunzioni

Il danno professionale, biologico o esistenziale da dequalificazione, deve essere provato dal lavoratore che lo deduce

La prova può essere data anche con il ricorso alle presunzioni

04/02/2021 La Corte di Cassazione ha ribadito che l’onere probatorio è a carico del lavoratore che deduce l’esistenza di un danno in conseguenza della sua dequalificazione “In tema di risarcimento del danno non patrimoniale derivante da demansionamento e dequalificazione, il riconoscimento del diritto del lavoratore al risarcimento del danno professionale, biologico o... [Leggi tutto]
 L’azienda licenzia il dipendente, ma il giudice ripristina il rapporto di lavoro

Battibecco tra il cliente senza mascherina anti Covid e il cassiere che lo invita a metterla

L’azienda licenzia il dipendente, ma il giudice ripristina il rapporto di lavoro

04/02/2021 Il dipendente, durante il turno notturno di servizio,” ha detto ad un cliente che se non avesse avuto la mascherina di protezione, non gli avrebbe fatto la transazione in cassa per l’acquisto di due prodotti del market” (due pacchetti di sigarette). il datore di lavoro ha accusato il dipendente di essere “inadempiente nei confronti dei suoi obblighi contrattuali”... [Leggi tutto]
 Il datore di lavoro non può risolvere anticipatamente il contratto

Nel contratto a termine tutte le retribuzioni fino alla scadenza

Il datore di lavoro non può risolvere anticipatamente il contratto

03/02/2021 Un lavoratore si è rivolto al Tribunale di Milano, lamentando di essere stato assunto in data 25/6/2019 con contratto di lavoro a tempo pieno e determinato, con scadenza 24/12/2019, con mansioni di aiuto cuoco; in data 6/8/2019 il datore di lavoro comunicava verbalmente la volontà di recedere con effetto immediato dal rapporto di lavoro in essere. Il lavoratore evidenziava... [Leggi tutto]
La società calcistica condannata a pagare ingenti somme all'ex calciatore-lavoratore

Boban agisce contro il Milan avanti la sezione lavoro del tribunale di Milano

La società calcistica condannata a pagare ingenti somme all'ex calciatore-lavoratore

20/01/2021 Boban nel mese di giugno del 2019 riceve la proposta del Milan di entrare a far parte dell'area tecnico sportiva in qualità di Chief Football Officer. La proposta è caldeggiata da Paolo Maldini. Il calciatore e la società nel successivo mese di luglio hanno sottoscritto un contratto di collaborazione coordinata e continuativa, con una durata minima garantita sino al mese... [Leggi tutto]
La dipendente infedele è stata condannata al risarcimento dei danni a favore della banca

Con artifizi un quadro direttivo della banca sottrae ai clienti in modo fraudolento 2 milioni di euro

La dipendente infedele è stata condannata al risarcimento dei danni a favore della banca

20/01/2021 La banca Intesa Sanpaolo Private Banking S.P.A. convoca avanti il Tribunale del lavoro di Milano la sua ex dipendente, con mansioni di quadro, che aveva già provveduto a licenziare per giusta causa, accusandola di illecite condotte finalizzate alla distrazione di ingenti somme dai conti correnti bancari di vari clienti. La dipendente infedele, in sede penale, aveva patteggiato la pena... [Leggi tutto]
La prova può essere data anche in via presuntiva

Il danno professionale da demansionamento deve essere oggetto di specifica e rigorosa prova

La prova può essere data anche in via presuntiva

16/01/2021 Un funzionario, dipendente della Banca Popolare Italiana, si è rivolto al Tribunale del lavoro deducendo di essere stato demansionato nell'assegnazione delle nuove mansioni. In conseguenza di questo demansionamento, il funzionario ha dedotto di aver ricevuto un danno anche alla professionalità ed ha chiesto la condanna della banca al risarcimento del danno sofferto. Il... [Leggi tutto]
Ma devono avere la firma, la sigla o il timbro del datore di lavoro fallito

Le buste paga fanno prova contro la procedura fallimentare

Ma devono avere la firma, la sigla o il timbro del datore di lavoro fallito

16/01/2021 Il lavoratore ha chiesto l'ammissione allo stato passivo della somma dovuta a titolo di trattamento di fine rapporto delle ultime tre mensilità di retribuzione che la società fallita non aveva corrisposto. Il giudice della procedura fallimentare non ammetteva il credito al passivo del fallimento; analoga decisione è stata assunta dal giudice dell'opposizione allo stato... [Leggi tutto]

Codice avvocati, dovere di segretezza e riservatezza.

17/11/2015   DAL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE L’avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare i diritti e gli interessi della persona, assicurando la conoscenza delle leggi e contribuendo in tal modo all’attuazione dell’ordinamento per i fini della giustizia.  Art. 7 – Dovere di... [Leggi tutto]

ACCESSO DAL VOSTRO DOMICILIO AI DATI DELLA VOSTRA PRATICA, OVUNQUE VOI SIATE

16/11/2015    Il nostro studio per rendere sempre più efficiente i suoi servizi, ha attivato a favore dei propri assistiti un sistema di accesso ai dati in remoto. Questo accesso consente al cliente, dalla propria sede o abitazione di consultare il fascicolo con i documenti e i dati giudiziari che si riferiscono alla controversia. In questo modo si  consente al cliente... [Leggi tutto]

Video conferenza, strumento di grande utilità per l'attività professionale

16/11/2015 Per una migliore organizzazione, in termini di efficienza e di assoluta tempestività, per le consultazioni con lo studio, che abbiano carattere di urgenza, vi suggeriamo di usare la video conferenza. Realizzare un sistema di video conferenza è estremamente semplice, e a costo zero. Occorre semplicemente un computer, che abbia un video con le casse incorporate, e il... [Leggi tutto]

La retribuzione a certe condizioni si può anche diminuire

16/11/2015 Il principio ferreo  è che la retribuzione pattuita non può essere diminuita, come statuisce l'art. 2103 del codice civile. Il lavoratore ha diritto a mantenere l'integrità del suo trattamento economico. Ma nel corso del rapporto di lavoro il datore di lavoro e il lavoratore possono modificare la misura del trattamento economico a condizione che questa nuova... [Leggi tutto]

La lettera di assunzione, il documento più importante del rapporto di lavoro

16/11/2015 La lettera di assunzione rappresenta il contratto di lavoro. Nella lettera di assunzione devono essere riportate tutte le condizioni di lavoro: retribuzione, mansioni, patto di prova, applicazione del contratto collettivo, inquadramento, compenso, numero delle mensilità e ogni altro elemento utile ad identificare il trattamento economico e normativo pattuito.Nella lettera di assunzione... [Leggi tutto]