A- A A+

L'assenza di specificità del contratto a progetto deve essere eccepita tempestivamente nel ricorso avanti il tribunale

tag  News 

23/04/2019

Il collaboratore ha sollevato tardivamente l'eccezione avanti la Corte suprema di Cassazione

Il Sole 24 Ore del 1996 al 2007 ha stipulato con un lavoratore una serie di contratti di collaborazione coordinata e continuativa, senza soluzione di continuità tra loro, aventi ad oggetto l'aggiornamento della banca dati, la relazione di sintesi contrattuali e di oggetti redazionali delle sentenze, la selezione della giurisprudenza di merito più significativa e la redazione delle massime delle decisioni; il tutto sulla base del materiale fornito dalla redazione del giornale.

Il lavoratore ha agito avanti il tribunale chiedendo che fosse riconosciuta la natura subordinata della prestazione lavorativa resa. Il tribunale e la Corte di appello hanno respinto la domanda perché "l'attività fornita dall'appellante aveva presentato tutti gli elementi caratterizzanti la collaborazione coordinata e continuativa di natura intellettuale (svolgimento del lavoro con impegno esclusivamente personale, in totale autonomia ed in assenza di assoggettamento all'etero direzione, da parte della committente, nel fornire i contributi informativi richiesti, assenza di obbligo di esclusiva, esclusione dalla struttura organizzativa gerarchica aziendale e dal potere disciplinare dell'editore, esclusione da vincoli di orario, con previsione di un compenso correlato al risultato finale)".

Il collaboratore ha fatto ricorso in Cassazione ma la sua impugnazione è stata respinta per vizi di forma. La Cassazione innanzitutto ha rilevato che il collaboratore ha eccepito l’inesistenza ovvero la carenza di specificità del progetto solo nel suo ricorso avanti la Corte suprema. Questa eccezione è stata proposta tardivamente perché doveva essere sollevata, fin dall'inizio, nella causa avanti il tribunale. I motivi del ricorso in cassazione, inoltre, sono stati ritenuti generici e come tali inammissibili. Il collaboratore ha mancato di illustrare con compiutezza i motivi della sua impugnazione. Questa incompiutezza ha comportato la nullità del ricorso proposto.

La Cassazione ha confermato così in modo integrale la pronuncia dei giudici di merito.

Ordinanza Corte di Cassazione n. 11.125 del 19 aprile 2019.

 

Codice avvocati, dovere di segretezza e riservatezza.

17/11/2015 DAL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE L’avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare i diritti e gli interessi della persona, assicurando la conoscenza delle leggi e contribuendo in tal modo all’attuazione dell’ordinamento per i fini della giustizia.  Art. 7 – Dovere di fedeltà.... [Leggi tutto]

ACCESSO DAL VOSTRO DOMICILIO AI DATI DELLA VOSTRA PRATICA, OVUNQUE VOI SIATE

16/11/2015    Il nostro studio per rendere sempre più efficiente i suoi servizi, ha attivato a favore dei propri assistiti un sistema di accesso ai dati in remoto. Questo accesso consente al cliente, dalla propria sede o abitazione di consultare il fascicolo con i documenti e i dati giudiziari che si riferiscono alla controversia. In questo modo si  consente al cliente... [Leggi tutto]

Video conferenza, strumento di grande utilità per l'attività professionale

16/11/2015 Per una migliore organizzazione, in termini di efficienza e di assoluta tempestività, per le consultazioni con lo studio, che abbiano carattere di urgenza, vi suggeriamo di usare la video conferenza. Realizzare un sistema di video conferenza è estremamente semplice, e a costo zero. Occorre semplicemente un computer, che abbia un video con le casse incorporate, e il... [Leggi tutto]

La retribuzione a certe condizioni si può anche diminuire

16/11/2015 Il principio ferreo  è che la retribuzione pattuita non può essere diminuita, come statuisce l'art. 2103 del codice civile. Il lavoratore ha diritto a mantenere l'integrità del suo trattamento economico. Ma nel corso del rapporto di lavoro il datore di lavoro e il lavoratore possono modificare la misura del trattamento economico a condizione che questa nuova... [Leggi tutto]

La lettera di assunzione, il documento più importante del rapporto di lavoro

16/11/2015 La lettera di assunzione rappresenta il contratto di lavoro. Nella lettera di assunzione devono essere riportate tutte le condizioni di lavoro: retribuzione, mansioni, patto di prova, applicazione del contratto collettivo, inquadramento, compenso, numero delle mensilità e ogni altro elemento utile ad identificare il trattamento economico e normativo pattuito.Nella lettera di assunzione... [Leggi tutto]