Elementi taggati con incidente

19/12/2022 - Un lavoratore mentre era intento a sistemare un’aiuola per conto dell’impresa per la quale prestava la sua opera, è stato investito e travolto da una macchina escavatrice, condotta da un altro lavoratore della medesima ditta, che lo ha schiacciato contro un muro durante una manovra di retromarcia per posizionare il mezzo... [Leggi tutto]

pagina Diritto lavoro tag  News  Eredità  lavoro  incidente 

Domanda respinta per mancanza di prova

16/09/2019 -  Una persona che viaggiava, quale trasportata, a bordo di un'autovettura, subiva danni a causa di un incidente stradale. Per questi danni ha promosso la causa contro il conducente dell'auto sulla quale viaggiava. In questa causa, per chiedere anche loro i danni, intervenivano il padre e il fratello nonché la seconda moglie del... [Leggi tutto]

A nulla rileva che il motociclista non avesse il casco

03/04/2019 - Tribunale e corte di appello dichiaranola responsabilità di un conducente per aver cagionato, per violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale, la morte di un ciclista. L’imputata alla guida di una autovettura Fiat Uno, giunta all'altezza di una intersezione iniziava una manovra di svolta a sinistra per... [Leggi tutto]

03/05/2016 - Per i conducenti professionali che, ponendosi alla guida in stato di ebrezza alcolica, cagionino per colpa lesioni personali in conseguenza di incidente stradale, con accertamento di un tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l, la pena prevista è della reclusione da 2 a 4 anni. La scelta del legislatore è quella di punire... [Leggi tutto]

03/05/2016 - La pena prevista per qualunque conducente che, procedendo in un centro urbano ad una velocità doppia rispetto a quella consentita (ma comunque non inferiore a 70 km/h), cagioni per colpa un incidente stradale mortale, è della reclusione da 7 a 10 anni. La stessa pena prevista per chi nelle strade extraurbane superi il limite di... [Leggi tutto]

16/04/2016 - Con citazione gli eredi, i suoi genitori e i fratelli, convennero dinanzi al Tribunale la compagnia di Assicurazioni chiedendone la condanna in solido al risarcimento dei danni, iure proprio e iure hereditatis, derivati dalla morte del loro congiunto, quasi subito dopo lo scontro tra autovetture Il Tribunale, attribuita la... [Leggi tutto]

27/02/2016 - Nel caso di eventi dannosi, come ad esempio un infortunio sul lavoro o un incidente stradale o un omicidio volontario che abbia comportato il decesso del convivente, il convivente superstite ha il diritto ad ottenere il risarcimento del danno spettante equiparando questo trattamento al coniuge superstite. Si tratta di una previsione della... [Leggi tutto]

Dalla Biennale di Venezia 2015

26/07/2015 - La Corte di Cassazione, e questa volta a sezione unite ( 2015, n. 153509) , ha ribadito che non spetta alcun diritto ai parenti superstiti, nella loro qualità di eredi, nel caso in cui la morte del loro congiunto sia sopraggiunta immediatamente dopo l’evento mortale. Questo principio è stato ribadito con le parole chiare... [Leggi tutto]

Balla, Futurismo, La velocità

29/05/2014 - La fattispecie sottoposta all'esame della Corte di Cassazione concerne la vicenda di un giovane che, salito di sua volontà sulla vettura condotta da un amico per partecipare ad una gara clandestina e notturna tra automobili, rimaneva ucciso a seguito delle ferite riportate nell'incidente verificatosi allorché il conducente della... [Leggi tutto]

08/01/2014 - Lesioni da incidente stradale, reato, trattamento La normativa in vigore ha derubricato le responsabilità di chi commette incidenti stradali anche gravi. Le lesioni colpose hanno il medesimo trattamento penale degli infortuni sul lavoro. Ma forse lesioni colpose e omicidio colposo a seguito di incidenti stradali dovrebbero essere... [Leggi tutto]

12/12/2013 - Lo studio presta la sua assistenza  giudiziale ed extragiudiziale nei seguenti settori: L’impresa di assicurazione; gli agenti di assicurazione; la conclusione del contratto di assicurazione; la documentazione e l’interpretazione del contratto; le clausole onerose; il rischio; le dichiarazioni inesatte e le reticenze; la... [Leggi tutto]

Lo studio a Milano

10/01/2016   Lo studio si trova  nel centro storico della città, di fronte alla Rotonda della Besana , adiacente al Palazzo di Giustizia . tel. 025457952. email biagio.cartillone@studiocartillone.it Lo studio é aperto dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30, dal lunedì al venerdì.  L'ubicazione dello studio consente... [Leggi tutto]

Il canone di locazione non è riducibile dai Tribunali su richiesta del conduttore e in conseguenza dell’emergenza Covid

04/02/2022 La rinegoziazione del contratto compete solo alla volontà delle parti: è da escludere la possibilità per il Giudice di modificare le condizioni economiche dei contratti di locazione riducendo, ancorché temporaneamente, i canoni di locazione. “Per quel che concerne i doveri di correttezza e buona fede nell'esecuzione del contratto, ed al dovere di... [Leggi tutto]

Il risarcimento del danno per la perdita del prossimo congiunto

08/10/2022 La perdita del prossimo congiunto per fatto e colpa d’altri cagiona pregiudizi di tipo esistenziale, i quali sono risarcibili perché conseguenti alla lesione di un diritto inviolabile della persona: nel caso dello sconvolgimento della vita familiare provocato dalla perdita di congiunto, il pregiudizio di tipo esistenziale è risarcibile appunto perché consegue alla... [Leggi tutto]

Il patto di non concorrenza è valido se rispetta una pluralità di prescrizioni e di limiti

06/03/2021 Il patto di non concorrenza configura un contratto a titolo oneroso ed a prestazioni corrispettive, in virtù del quale il datore di lavoro si obbliga a corrispondere una somma di danaro o altra utilità al lavoratore e questi si obbliga, per il tempo successivo alla cessazione del rapporto di lavoro, a non svolgere attività concorrenziale con quella del datore. Dal punto... [Leggi tutto]

DIVISIONE DELLA PENSIONE TRA IL CONIUGE E L'EX CONIUGE

06/03/2021 Come si divide la pensione tra il coniuge e l’ex coniugee La pensione fra il coniuge superstite e l’ex coniuge altrettanto superstite deve essere ripartita tendo conto della durata dei rispettivi matrimoni ma non in modo esclusivo dovendosi eventualmente contemperare questo dato temporale con altre circostanze che possono assumere rilevanza e significato. La Corte di Cassazione a... [Leggi tutto]

GLI OBBLIGHI DI MANTENIMENTO NELLA SEPARAZIONE SONO DIVERSI DA QUELLI A SEGUITO DI DIVORZIO

05/03/2019 La corte di appello pone a carico del marito l'obbligo di corrispondere alla moglie un assegno mensile di mantenimento pari a € 2000. La decisione poggiava sul fatto che la moglie non lavorava per potersi dedicare alla famiglia, il marito era un professionista affermato ed era proprietario di numerosi immobili mentre la moglie non aveva fonti di reddito diverse dall'assegno percepito dal... [Leggi tutto]

La disabilità nei rapporti di lavoro

02/01/2022 Il concetto di disabilità si identifica con la “limitazione, risultante in particolare da menomazioni fisiche, mentali o psichiche durature che, in interazione con barriere di diversa natura, possono ostacolare la piena ed effettiva partecipazione della persona interessata alla vita professionale su base di uguaglianza con gli altri lavoratori” (Cass. 12.11.2019, n. 29289;... [Leggi tutto]

Per la difesa davanti ai giudici  è consentito produrre anche i documenti personali e riservati

“Giova ribadire che la produzione in giudizio di documenti contenenti dati personali è sempre consentita ove sia necessaria per esercitare il proprio diritto di difesa, anche in assenza del consenso del titolare e quali che siano le modalità con cui è stata acquisita la loro conoscenza: dovendo, tuttavia, tale facoltà di difendersi in giudizio, utilizzando gli altrui dati personali, essere esercitata nel rispetto dei doveri di correttezza, pertinenza e non eccedenza previsti dalla L. n. 675 del 1996, art. 9, lett. a) e d), sicché la legittimità della produzione va valutata in base al bilanciamento tra il contenuto del dato utilizzato, cui va correlato il grado di riservatezza, con le esigenze di difesa.” ( Cass. civ., sez. lav., sent., 12 novembre 2021, n. 33809)