Consulenza on line

   La consulenza è espletata nel rigoroso rispetto del codice deontologico che potete consultare cliccando sul sito dell'Ordine degli Avvocati Milano consultabile al seguente indirizzo:  Codice deontologico forense.pdf

   Lo studio, a garanzia dei clienti, è coperto per la responsabilità professionale civile dalla polizza di assicurazione stipulata con la Carige ass. n. 552548344; il massimale è di euro 1.053.000,00.

   Per usufruire del servizio di consulenza on line dovete seguire la seguente procedura:

a. Compilate e inviate la richiesta con il form riportato in questa pagina;

b. Descrivete in modo dettagliato i fatti, formulando la vostra domanda;

c. Indicate anche il vostro numero di telefono per eventuali chiarimenti che vi dovessero essere richiesti.

   Lo studio risponderà entro le successive 12 ore lavorative tramite e mail.

     La persona responsabile del servizio è l'Avv. Edoardo Benassi.

 















Il sottoscritto esprime il proprio libero e consapevole consenso per il trattamento dei propri dati da parte di questo dominio, per le finalità e con le modalità descritte nell'informativa di cui dichiara di aver ha preso atto.

 

 

 

 

 

 


Invia email

Lo studio é aperto dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30, dal lunedì al venerdì.

Lo studio è ubicato nel centro storico di Milano, di fronte alla Rotonda della Besana, ed è adiacente al palazzo di giustizia di Milano. L'ubicazione é funzionale per le attività avanti tutti gli uffici giudiziari milanesi ( Giudice di Pace, Tribunale, Corte di Appello, Tar Lombardia). 

DAL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE

L’avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare i diritti e gli interessi della persona, assicurando la conoscenza delle leggi e contribuendo in tal modo all’attuazione dell’ordinamento per i fini della giustizia.

Art. 7 – Dovere di fedeltà. È dovere dell’avvocato svolgere con fedeltà la propria attività professionale.

Art. 9 – Dovere di segretezza e riservatezza. È dovere, oltre che diritto, primario e fondamentale dell’avvocato mantenere il segreto sull’attività prestata e su tutte le informazioni che siano a lui fornite dalla parte assistita o di cui sia venuto a conoscenza in dipendenza del mandato. I. L’avvocato è tenuto al dovere di segretezza e riservatezza anche nei confronti degli ex-clienti, sia per l’attività giudiziale che per l’attività stragiudiziale.II. La segretezza deve essere rispettata anche nei confronti di colui che si rivolga all’avvocato per chiedere assistenza senza che il mandato sia accettato. III. L’avvocato è tenuto a richiedere il rispetto del segreto professionale anche ai propri collaboratori e dipendenti e a tutte le persone che cooperano nello svolgimento dell’attività professionale.

Il codice deontologico dell'avvocato nel film di Spielberg, Il ponte delle spie

28/01/2016 Il Ponte delle spie, film di Steven Spielberg   Colloquio tra l’avv. Donovan e l’agente della Cia Hoffman, dopo l’arresto spettacolare della spia sovietica Abel. In attesa del processo, l’agente della Cia vuole che l’avvocato gli riferisca ciò che  l’imputato gli ha riferito in confidenza . Fuori piove. E' notte. i due sono... [Leggi tutto]