06/01/2014

il dirigente, poca tutela

Nel nostro ordinamento vi sono due macro categorie di lavoratori subordinati: da una parte i dirigenti e dall'altra parte i quadri, gli impiegati e gli operai. La disciplina giuridica di questi due grandi gruppi di lavoratori subordinati è profondamente diversa. Gli operai impiegati e quadri, hanno diritto alla reintegrazione nel posto di lavoro e al risarcimento dei danni per la...

06/01/2014

dirigente, contratto a termine

Il termine, apposto ad un contratto di lavoro del dirigente, è una condizione di maggior favore per il dirigente perché il dirigente a tempo indeterminato può essere licenziato in qualsiasi momento, con la concessione del semplice preavviso mentre  il dirigente con contratto a tempo determinato non può essere licenziato liberamente. Se il contratto di lavoro...

11/12/2013

Lavoratori Domestici

Il lavoratore domestico può essere liberamente licenziato, non è necessaria la giusta causa o il giustificato motivo. Nonostante questa libertà, il licenziamento non può essere motivato da ragioni di discriminazione razziale, di sesso, di natura politica o sindacale. La lavoratrice domestica in gravidanza non può essere licenziata nei cinque mesi di...

11/12/2013

Il contratto con partita Iva, legge Fornero

Partita Iva, legge Fornero, n. 92/2012. Le prestazioni coordinate e continuative rese da un soggetto titolare di partita Iva, con la nuova legge Fornero, entrata in vigore il 18 luglio 2012, ha subito una profonda modificazione. Lo scopo della nuova norma è quello di scoraggiare il ricorso a questa figura contrattuale quando si vogliono, in realtà, nascondere rapporti di lavoro...