vale come piena conoscenza

La restituzione della raccomandata per compiuta giacenza

vale come piena conoscenza

17/10/2017 L'azienda invia ad un lavoratore una lettera di contestazione di addebito a mezzo del servizio postale; il lavoratore non  si reca all'ufficio postale per ritirare la raccomandata; la lettera è così stata restituita al datore di lavoro con l'attestazione della compiuta giacenza per non essere stata prelevata dal destinatario nel termine fissato. Il lavoratore ha contestato... [Leggi tutto]
lo ha detto la corte di cassazione

Sottrae dal bancone gomme e caramelle per un valore di euro 9,80: licenziato in tronco.

lo ha detto la corte di cassazione

16/10/2017 Il fatto. Nel mese di aprile del 2009 alle ore 13.10, Un lavoratore, scattato l'allarme antitaccheggio al momento del suo passaggio nella portineria del Supermercato ove prestava servizio, era stato trovato in possesso di confezioni di gomme e di caramelle del valore complessivo di Euro 9.80; né nella immediatezza dei fatti né in sede disciplinare il lavoratore aveva spiegato le... [Leggi tutto]
Basta poco per dichiarare il ricorso inammissibile

La Corte di Cassazione abdica al suo ruolo di rendere giustizia

Basta poco per dichiarare il ricorso inammissibile

10/10/2017 Vi è stato un tempo in cui la Corte di Cassazione dichiarava inammissibile il ricorso oppure il controricorso perché l'avvocato aveva omesso di riportare il nome e cognome del legale rappresentante della società che rappresentava. Il vizio per la Corte di Cassazione era tale da meritare il massimo castigo: respingere ricorso o controricorso senza esaminare le lagnanze del... [Leggi tutto]

Il tribunale di Milano riconosce il diritto all'indennità sostitutiva del preavviso ai lavoratori che cessano di lavorare nell'appalto.

05/10/2017 Un lavoratore prestava la sua attività con mansioni di pulitore nell'ambito di un appalto di servizi di pulizia assunto, di volta in volta, dalle  società appaltatrici che si sono avvicendate negli appalti dell'unico committente. Cessato  l'appalto, la cooperativa datrice di lavoro ha licenziato il lavoratore senza corrispondergli l'indennità sostitutiva del... [Leggi tutto]

Il lavoratore se vuole ottenere il pagamento deve dare prova rigorosa di aver eseguito le ore di lavoro straordinario, minuto per minuto.

29/09/2017 Il giudice dott. Fabrizio Scarzella del tribunale di Milano sezione lavoro decidendo una controversia avente ad oggetto il pagamento di ore di lavoro straordinario, applicando la costante giurisprudenza, ha affermato che “il lavoratore che agisca per ottenere il compenso per il lavoro straordinario ha l' onere di dimostrare di aver lavorato oltre l'orario normale di lavoro e, ove egli... [Leggi tutto]

Indennità maneggio denaro: il CCNL del commercio prevede come condizione la responsabilità sugli ammanchi.

28/09/2017 Il tribunale di Milano decidendo sull’indennità maneggio denaro di una commessa di supermercato ha pronunciato la seguente massima che ben interpreta la natura e l’essenza dell’istituto. L’indennità maneggio denaro per essere corrisposta deve essere prevista dal contratto collettivo o dalla pattuizione tra il lavoratore e il datore di lavoro. Il contratto... [Leggi tutto]

Il patto di prova è nullo se il contratto collettivo ne impedisce la stipulazione in occasione di nuova assunzione dopo la cessazione di un precedente appalto.

12/09/2017 La Corte d'appello di Torino, in riforma della decisione emessa dal Tribunale, dichiarava illegittimo il patto di prova contenuto nel contratto di lavoro concluso tra una lavoratrice e una società di ristorazio ne e di conseguenza annullava il licenziamento intimato dalla prima alla seconda per mancato superamento, con condanna alla reintegrazione ed all'indennizzo ai sensi della L.... [Leggi tutto]

Il Tribunale di Roma chiede l'intervento della Corte Costituzionale contro i licenziamenti del jobs act.

03/09/2017 Una lavoratrice è stata assunta alle dipendenze di una società immediatamente dopo l'entrata in vigore della nuova legge del Jobs act del 7 marzo 2015. L'azienda occupava alle sue dipendenze più di 15 addetti. La lavoratrice, dopo qualche mese, è stata licenziata dal datore di lavoro per giustificato motivo oggettivo: l'azienda come motivazione del licenziamento ha... [Leggi tutto]

Il danno esistenziale deve essere provato

27/07/2017 Con ricorso al tribunale, un dipendente ha agito nei confronti del datore di lavoro chiedendo il risarcimento dei danni subiti per non essere stato riammesso in servizio con l'attribuzione delle medesime mansioni in precedenza svolte. Il tribunale accoglieva la domanda riconoscendo l'esistenza del danno biologico ed esistenziale. La corte d'appello confermava la sentenza affermando che il... [Leggi tutto]

Un pedone condannato per omicidio colposo per aver causato la morte del conducente di una moto

12/07/2017 Con sentenza il Tribunale di Milano dichiarava un pedone responsabile del delitto di omicidio colposo commesso con violazione delle norme sulla circolazione stradale di cui agli artt. 40, comma 1 (in relazione all'art. 191 CDS), 589 commi 1 e 2 c.p. (in relazione all'art. 41 comma 5 lett. a CDS) per avere cagionato un sinistro con esiti mortali per il conducente di una moto. Quest'ultimo... [Leggi tutto]

17/11/2015

Codice avvocati, dovere di segretezza e riservatezza.

DAL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE L’avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare i diritti e gli interessi della persona, assicurando la conoscenza delle leggi e contribuendo in tal modo all’attuazione dell’ordinamento per i fini della giustizia.  Art. 7 –...Leggi tutto

16/11/2015

La retribuzione a certe condizioni si può anche diminuire

Il principio ferreo  è che la retribuzione pattuita non può essere diminuita, come statuisce l'art. 2103 del codice civile. Il lavoratore ha diritto a mantenere l'integrità del suo trattamento economico. Ma nel corso del rapporto di lavoro il datore di lavoro e il lavoratore possono modificare la misura del trattamento economico a...Leggi tutto

16/11/2015

La lettera di assunzione, il documento più importante del rapporto di lavoro

La lettera di assunzione rappresenta il contratto di lavoro. Nella lettera di assunzione devono essere riportate tutte le condizioni di lavoro: retribuzione, mansioni, patto di prova, applicazione del contratto collettivo, inquadramento, compenso, numero delle mensilità e ogni altro elemento utile ad identificare il trattamento economico e normativo...Leggi tutto

16/11/2015

ACCESSO DAL VOSTRO DOMICILIO AI DATI DELLA VOSTRA PRATICA, OVUNQUE VOI SIATE

   Il nostro studio per rendere sempre più efficiente i suoi servizi, ha attivato a favore dei propri assistiti un sistema di accesso ai dati in remoto. Questo accesso consente al cliente, dalla propria sede o abitazione di consultare il fascicolo con i documenti e i dati giudiziari che si riferiscono alla controversia. In questo modo...Leggi tutto

16/11/2015

Video conferenza, strumento di grande utilità per l'attività professionale

Per una migliore organizzazione, in termini di efficienza e di assoluta tempestività, per le consultazioni con lo studio, che abbiano carattere di urgenza, vi suggeriamo di usare la video conferenza. Realizzare un sistema di video conferenza è estremamente semplice, e a costo zero. Occorre semplicemente un computer, che abbia un video con...Leggi tutto