Licenziamento per ritorsione: fondamentale l’applicazione dei principi comunitari

08/01/2016 Nel caso in esame, un lavoratore ha impugnato il licenziamento intimato per giusta causa, qualificandolo come ritorsivo e comunque illegittimo. In particolare, il lavoratore aveva predisposto e consegnato ad uno dei consiglieri di amministrazione della società, su sua richiesta, una relazione contenente accuse di infedeltà patrimoniale e critiche all’operato dei vertici... [Leggi tutto]

Possibile coesistenza di più licenziamenti con motivazioni diverse.

17/01/2014 Un’azienda, che occupa più di 15 addetti, ha intimato in data 12 gennaio 2001 ad un suo dipendente il licenziamento per giustificato motivo oggettivo; successivamente, in pendenza del primo licenziamento, mai revocato, gli ha intimato in data 14 maggio 2001 un secondo licenziamento per giusta causa. La giurisprudenza tradizionale della corte di cassazione ha sempre considerato... [Leggi tutto]

Risoluzione per causa diversa dal licenziamento, per il risarcimento necessità di porre a disposizione le energie lavorative

17/01/2014 Nel caso in cui il rapporto di lavoro si risolva in modo diverso dal licenziamento intimato dal datore di lavoro, la pretesa del risarcimento del danno avanzata dal lavoratore per la Corte di Cassazione " deve essere valutata in base alle regole generali sull'inadempimento delle obbligazioni contrattuali, non risultando applicabile la normativa di carattere generale in materia di... [Leggi tutto]