Deleghe al Governo riordino dei rapporti di lavoro

26/12/2014     LEGGE 10 dicembre 2014 n.183 (in Gazz. Uff., 15 dicembre 2014, n. 290). - Deleghe al Governo in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, nonche' in materia di riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell'attivita' ispettiva e di tutela e conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro. ... [Leggi tutto]

Il primo decreto attuativo della legge delega del jobs act

26/12/2014     Riportiamo nella sua forma integrale lo schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183. Questo decreto si applica  ai  lavoratori che rivestono la qualifica di operai, impiegati o quadri, assunti con contratto di lavoro... [Leggi tutto]

Legge 15 luglio 1966, n. 604

26/12/2014     Riportiamo il testo vigente al 25 dicembre 2014 della  Legge 15 luglio 1966, n. 604 - Norme sui licenziamenti individuali . Nel rapporto di lavoro a tempo indeterminato, intercedente con datori di lavoro privati o con enti pubblici, ove la stabilita' non sia assicurata da norme di legge, di regolamento, e di contratto collettivo o individuale, il... [Leggi tutto]

Art. 18 statuto dei lavoratori

26/12/2014 Il testo dell'art. 18 dello statuto dei lavoratori dopo le modifiche introdotte dalla legge Fornero ed attualmente vigente:  art--18-statuto-lavoratori.pdf                     [Leggi tutto]

 

 

Dalla legge delega 10 dicembre 2014 n.183

 “... b) promuovere, in coerenza con le indicazioni europee, il contratto a tempo indeterminato come forma comune di contratto di lavoro rendendolo piu' conveniente rispetto agli altri tipi di contratto in termini di oneri diretti e indiretti;

c) previsione, per le nuove assunzioni, del contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti in relazione all'anzianita' di servizio, escludendo per i licenziamenti economici la possibilita' della reintegrazione del lavoratore nel posto di lavoro, prevedendo un indennizzo economico certo e crescente con l'anzianita' di servizio e limitando il diritto alla reintegrazione ai licenziamenti nulli e discriminatori e a specifiche fattispecie di licenziamento disciplinare ingiustificato, nonche' prevedendo termini certi per l'impugnazione del licenziamento;”...