l'impresa non può scegliere liberamente il lavoratore da licenziare.

La legge prevede dei criteri imperativi da osservare.

La loro inosservanza comporta il diritto alla reintegrazione nel posto di lavoro del lavoratore licenziato.